LA CULTURA A FERRARA
AL TEMPO DI LUDOVICO ARIOSTO

1° edizione: Firenze, La Nuova Italia, 1953 - ESAURITO
2° edizione: Roma, Bulzoni, 1975 - ESAURITO

La cultura a Ferrara al tempo di Ludovico Ariosto, di Antonio Piromalli (1953)La cultura a Ferrara al tempo di Ludovico Ariosto, di Antonio Piromalli (1975)

 

INDICE

(seconda edizione, Roma, Bulzoni, 1975)

p. 11 - Introduzione
p. 15 - Prefazione alla seconda edizione

PRIMA PARTE:
La politica degli Estensi e la lotta delle classi in Ferrara al tempo di Ercole I

p. 19 – I. Mediocrità umana dei signori d'Este
p. 25 - II. Caratteri dell'egemonia e relazioni tra signori e popolo
p. 31 - III. La nuova borghesia
p. 37 - IV. Vita e lotta delle classi sociali in Ferrara al tempo di Ercole I
p. 49 - V. Potenza della famiglia Trotti e sua funzione antipopolare
p. 55 - VI. Fiscalismo e mediocrità politica della corte e della nobiltà

PARTE SECONDA: gli Estensi e la cultura

p. 65 - I. Mecenatismo e cultura
p. 73 - II. La corte e la cultura mondana
p. 85 - III. L'umanesimo e la corte
p. 99 - IV. L'organizzazione estense della cultura
p. 113 - V. Lo Studio di Ferrara - Il teatro

PARTE TERZA: Letteratura popolare e antiestense

p. 125 - I. La letteratura popolare
p. 133 - II. La letteratura anticortigiana

PARTE QUARTA: Le contraddizioni della società

p.161 - I. Le contraddizioni della società

PARTE QUINTA: Ferrara « citta' di campagna »

p. 173 - I. Ferrara « città di campagna »

p. 181 - CONGEDO

p. 187 - APPENDICE

p. 207 - INDICE DEI NOMI.

Gli studi ariosteschi di Antonio Piromalli si articolano in tre distinti volumi:



- 1) La cultura a Ferrara al tempo di Ludovico Ariosto (1953 - 2° ed. 1975)
Questo primo studio, muovendo da prospettive radicalmente innovative per l'epoca, inquadra storicamente le radici sociali di classe della cultura estense.
E' un saggio storico che si pone come base "di metodo e di cultura" per i successivi studi letterari di Piromalli sull'Ariosto e sulla letteratura popolare dell'epoca.

 

A lato se ne riportano l'indice degli argomenti e la prefazione alla seconda edizione.
Più in basso, in questa stessa colonna, si trovano i link ai seguenti testi:
- la "Parte IV: Le contraddizioni della societÓ"
- la "Appendice" alla seconda edizione.

 

- 2) Motivi e forme della poesia di Ludovico Ariosto (1954)
Individuando come inscindibili nel Furioso gli elementi intellettuali da quelli artistici, lo studio individua il naturalismo ariostesco "come importante elemento della base conoscitiva e intellettuale del Rinascimento italiano e ferrarese, oltre che come sentimento estetico di un'età pervenuta alla sua maturità completa, alla sua pienezza di vita".



- 3) Ariosto (1969)
In questo volume viene tracciato un quadro storico delle diverse interpretazioni e metodologie critiche con riferimento alle tematiche sviluppatesi intorno all'arte ariostesca.

 

 

 

 

PREFAZIONE

alla seconda edizione (Roma, Bulzoni, 1975)

Questo studio, concepito durante vari anni di dimora a Ferrara e scritto a Rimini, riappare a quasi venticinque anni dalla sua ideazione. Esso fu ideato come terreno di metodo e di cultura per esaminare l'arte di Ludovico Ariosto, come abbiamo immediatamente fatto in Motivi e forme della poesia di Ludovico Ariosto (Messina-Firenze, D'Anna, 1954) in cui abbiamo cercato — e ci hanno aiutato costanti colloqui messinesi con Galvano Della Volpe — di dimostrare che gli elementi intellettuali e artistici non si possono scindere nell'Orlando Furioso e che anche per l'Ariosto non può valere una formula assoluta (e, meno che qualsiasi altra, quella di poeta dell'Armonia).

Il nostro studio riappare con lievissimi ritocchi formali, con qualche aggiunta intorno al Pistoia e con una Appendice. Esso ha esaminato, per la prima volta, le caratteristiche e la formazione dei vari gruppi intellettuali cortigiani, borghesi e popolari della Ferrara dell'Umanesimo e del Rinascimento come elementi intermedi tra i fenomeni economico-sociali (ampiamente trattati in tutto il volume) e la personalità dell'Ariosto. Abbiamo studiato le strutture economiche, i rapporti tra le classi e l'ideologia cortigiana estense come elementi determinanti di quell'età, rigettando il rapporto meccanico tra i fenomeni economico-sociali e la produzione artistica; la polemica con la critica positivistica e con quella idealistica era indispensabile per porre al centro della ricerca i gruppi intellettuali, i condizionamenti e il conformismo di taluni, la libertà intellettuale e morale di altri. L'Ariosto era un punto di riferimento di quella cultura di classe, in quanto creatore di una nuova umanità e di una nuova arte.

La nostra documentata polemica postulava una ipotesi - gramsciana - che oltrepassava i parziali elementi offerti da positivisti e da idealisti e preparava il terreno per la lettura dell'arte del Furioso.

Lo studio - che è da leggere in tale funzione ed è completato dall'altro studio del 1954 - nasceva in epoca di critica stilistica e di retrodatazioni culturali, quando diversi critici assumevano i coturni di Spitzer e di Curtius e vedevano in lavori come il nostro soltanto il pericolo della rozza sovrapposizione della ricerca storico-economica alla poesia; quei coturnati ripetevano (e taluni continuano a ripetere) come formule chiuse i termini contemplazione, immaginazione, consolazione etc., ancor oggi che i Cinque canti e le quattro «giunte» al terzo Furioso (con i motivi dell'insidia, della crudeltà, del tradimento, della slealtà) intaccano gravemente la prospettiva armoniosa.

Il nostro lavoro ha avuto una notevole fortuna (di cui rendiamo ragione nell'Appendice) e non è stato soltanto un sasso gettato nei vetri ma ha voluto rappresentare un contributo allo storicismo integrale, gramsciano, intorno al problema dell'Ariosto. Oggi si parla di un «nuovo corso della critica ariostesca» (Caretti) e ristampando il volume ringraziamo tutti coloro i quali nelle discussioni ci hanno aiutati a verificare le nostre prospettive e ad arricchirle.

Roma, 16 giugno 1974.

BRANI TRATTI DA QUESTO VOLUME:

 

 

Si riporta interamente la "Parte IV" di questo saggio, ove vengono evidenziate sulla base di puntuali documenti storici le numerose contraddizioni della società estense (seconda edizione):

I. Le contraddizioni della società


 

 

In questa "Appendice" alla seconda edizione del 1975 si ripercorre la trama del vivace dibattito critico originato dalla prima edizione dell'opera. Il critico mette a punto le proprie conclusioni riguardo a metodi e strumenti della interpretazione ariostesca:

Appendice (alla 2° ediz., 1975)

 

 


 

 

Il volume risulta essere disponibile presso le biblioteche sotto elencate
(dal catalogo in rete del Servizio Bibliotecario Nazionale):

2░ EDIZIONE

 AL0100 - Biblioteca civica - Tortona - AL BO0444 - Biblioteca del Dipartimento di Filologia Classica e Medioevale dell'Universita' degli Studi di Bologna - Bologna - BO BO0465 - Biblioteca-videoteca Mario Gattullo del Dipartimento di scienze dell'educazione dell'UniversitÓ degli studi di Bologna - Bologna - BO BO0527 - Biblioteca comunale Silvio Mucini - Pianoro - BO BR0003 - Biblioteca provinciale - Brindisi - BR FE0017 - Biblioteca comunale Ariostea - Ferrara - FE FE0053 - Biblioteca comunale L. Meletti - Bondeno - FE FI0098 - Biblioteca nazionale centrale - Firenze - FI FI0208 - Biblioteca di giurisprudenza dell'Universita' degli studi di Firenze - Firenze - FI FR0021 - Biblioteca comunale Filippo Maria De Sanctis - Ceccano - FR LI0011 - Biblioteca comunale Labronica Francesco Domenico Guerrazzi - Livorno - LI MI0185 - Biblioteca nazionale Braidense - Milano - MI PG0250 - Biblioteca dell'Universita' italiana per stranieri - Perugia - PG RA0016 - Biblioteca comunale Manfrediana - Faenza - RA RA0036 - Biblioteca comunale Classense - Ravenna - RA TO0269 - Biblioteca civica Falchera - Torino - TO TO0449 - Biblioteca civica Cascina Marchesa - Torino - TO TO0565 - Biblioteca civica Luigi Carluccio - Pozzo Strada - Torino - TO TO0567 - Biblioteca civica Regio Parco - Torino - TO VE0280 - Biblioteca del Liceo-ginnasio Marco Foscarini - Venezia - VE MI1234 - Biblioteca del Dipartimento di filologia moderna dell'UniversitÓ degli studi di Milano - Milano - MI PD0343 - Biblioteca del Centro interdipartimentale di servizi di Palazzo Maldura dell'Universita' degli studi di Padova - Padova - PD - RCA CS - Istituto della Biblioteca Calabrese - Soriano - VV - RCA CP - Biblioteca comunale - Polistena - RC

1° EDIZIONE:

RA0128 - Coordinamento biblioteche scolastiche - Ravenna - RA RM0267 - Biblioteca nazionale centrale Vittorio Emanuele II - Roma - RM RM0290 - Biblioteca Angelica - Roma - RM SS0073 - Biblioteca universitaria di Sassari - Sassari - SS TO0657 - Biblioteca del Dipartimento di scienze letterarie e filologiche dell'Universita' degli studi di Torino - Torino - TO TO0873 - Biblioteca dell'Istituto salesiano Valsalice - Torino - TO AQ0156 - Biblioteca della Facolta' di lettere e filosofia dell'UniversitÓ degli studi di L'Aquila - L'Aquila - AQ AT0004 - Biblioteca consorziale astense - Asti - AT BO0304 - Biblioteca comunale dell'Archiginnasio - Bologna - BO BO0451 - Biblioteca del Dipartimento di italianistica dell'UniversitÓ degli studi di Bologna - Bologna - BO BR0003 - Biblioteca provinciale - Brindisi - BR CR0062 - Biblioteca statale - Cremona - CR CS0231 - Biblioteca del Liceo classico statale B. Telesio - Cosenza - CS FE0006 - Biblioteca comunale Ludovico Antonio Muratori - Comacchio - FE FE0017 - Biblioteca comunale Ariostea - Ferrara - FE FI0098 - Biblioteca nazionale centrale - Firenze - FI FI0101 - Biblioteca Marucelliana - Firenze - FI GE0038 - Biblioteca Universitaria - Genova - GE GO0025 - Biblioteca statale Isontina - Gorizia - GO LI0011 - Biblioteca comunale Labronica Francesco Domenico Guerrazzi - Livorno - LI LI0023 - Biblioteca comunale - Rosignano Marittimo - LI LU0022 - Biblioteca statale - Lucca - LU MO0023 - Biblioteca comunale - Finale Emilia - MO MO0127 - Biblioteca comunale Francesco Selmi - Vignola - MO MO0196 - Biblioteca dell'Istituto tecnico industriale Fermo Corni - Modena - MO NA0079 - Biblioteca nazionale Vittorio Emanuele III - Napoli - NA PD0328 - Biblioteca del Dipartimento di storia dell'Universita' degli studi di Padova - Padova - PD PD0343 - Biblioteca del Centro interdipartimentale di servizi di Palazzo Maldura dell'Universita' degli studi di Padova - Padova - PD PR0031 - Biblioteca civica - Parma - PR PR0072 - Biblioteca Palatina - Parma - PR PU0204 - Biblioteca della Fondazione Carlo e Marise Bo per la letteratura europea moderna e contemporanea dell'UniversitÓ degli studi di Urbino - Urbino - PU - RCA CQ - Biblioteca comunale - Palmi - RC 

 


| Copertina | Indice | Novità | Eventi | Links | Mappa | Contatti | Copyright |

StoriadellaLetteratura.IT

la storia letteraria scritta da Antonio Piromalli
oggi liberamente e interamente consultabile in rete


FAP - Edizioni del Fondo Antonio Piromalli onlus