Antonio D'ELIA

Antonio D'Elia ha conseguito il titolo di Dottore di Ricerca in “Scienze letterarie: retorica e tecnica dell'interpretazione” presso l'Università della Calabria, ove tiene corsi di Teoria e didattica della letteratura. I suoi interessi scientifici si rivolgono ad autori e temi quali Dante e la cultura medievale, Ariosto, Michelangelo, Tasso, il genere epistolare, la poesia religiosa, le teorie letterarie, la letteratura calabrese. Svolge studi sulla poesia dell'Ottocento e del Novecento, su Foscolo, Leopardi, Manzoni, Rebora, Ungaretti e Turoldo, con costante attenzione per l'ermeneutica filosofica. Nella sua città, Cosenza, ha fondato la Lectura Dantis Consentina.
Capo redattore della rivista «Letteratura & Società», è direttore responsabile di «Crocevia», rivista di letteratura comparata, e condirettore della collana “Modelli di Narrativa di consumo”. Collabora a «Dante», rivista internazionale di studi danteschi, e alla «Rivista internazionale di studi italiani».
Ha pubblicato: Fortunato Seminara e Antonio Piromalli: amicizia intellettuale e impegno civile (con lettere inedite, 1939-1981) , Cosenza, Pellegrini, 2010.
Ha curato: Scritti critici su Fortunato Seminara - dalle 'Baracche' a 'Terra amara', di Antonio Piromalli (Roma, FAP, 2010), Caterina Marasca di Giovanna Gulli (Ilisso - Rubbettino, 2006), Rime di Francesco Della Valle (Soveria Mannelli, Rubbettino, 2004), Poesie di Francesca Serra Le Pera (Cosenza, Pellegrini, 2004). Ha curato in collaborazione il volume La tentazione del fantastico. Racconti italiani da Gualdo a Svevo (Cosenza, Pellegrini, 2007), e ha redatto le Schede bio-bibliografiche in Senza onore - Antologia di testi letterari sulla 'ndrangheta di Antonio Nicaso (Cosenza, Pellegrini, 2007).

< INDIETRO