L’ALGA DEL SORRISO

 

Non oscurare l'alga del sorriso,
mi tocca come l'ora della torre
che la notte ci apriva arcate d'oro
e chiostri di limoni; non scomporre

la spuma ed il calore del tuo seno:
il calmo porto d'angeli gabbiani
è inghiottito dal mare, tu rimani
con la luce nel cielo più sereno.

 

Rimini, 30 dicembre 1955